• Contattaci per le tue esigenze

    Siamo a tua completa disposizione

  • Contattaci per le tue esigenze

    Siamo a tua completa disposizione

  • Contattaci per le tue esigenze

    Siamo a tua completa disposizione

La scuola propone percorsi formativi professionalizzanti, che consentono di acquisire abilità e capacità nei vari campi di applicazione della geomatica, rispondendo alle richieste del mercato delle professioni, nel quale le competenze in questo ambito trovano sempre maggiori opportunità di impiego e sviluppo. Verranno utilizzate le più avanzate tecnologie disponibili di rilievo e restituzione digitale dei dati geo-referenziati: laser scanner, drone, GPS. Tutti i corsi previsti all’interno della Scuola Geomatica Nazionale verranno attivati al raggiungimento del numero di 15 iscritti.

Piano didattico dei corsi

Tecnico Geomatico esperto
Indirizzo fotogrammetria e laser scanner

Fotogrammetria e laser scanner sono le tecniche di misura che consentono oggi di produrre modelli tridimensionali del patrimonio costruito e del territorio: in una prima fase si tratta di modelli di punti, che possono successivamente essere trasformati in modelli di superficie. La grande quantità di dati e la elevata risoluzione con la quale sono registrati consentono di derivare, a partire dal modello 3D, diversi tipi di elaborati grafici, 2D e 3D, con valore metrico o finalizzati alla comunicazione e divulgazione. Sia camere fotografiche che laser scanner possono poi essere impiegati per acquisizioni da postazioni fisse oppure essere montati su sistemi mobili, sia terrestri (mobile mapping) che aerei (droni), permettendo di incrementare significativamente la produttività delle acquisizioni. Per tutti gli argomenti trattati si alterneranno l'illustrazione dei contenuti teorici con lo svolgimento di esercitazioni pratiche, sia per l'acquisizione dei dati sul campo, sia per la loro elaborazione. Il corso si conclude con un Workshop operativo nel quale saranno applicate fotogrammetria e sistemi a scansione per il rilievo di un semplice caso studio.
Il corso avrà una durata di 88 ore che saranno effettuate nei giorni di venerdì (9-13, 14-18) e sabato (9-13, 14-16) per sei settimane consecutive oltre ad un esame finale nella mattina di sabato (9-13) della settimana successiva all’ultima di lezione effettuata.

giornoargomentoore
Venfotografia per il rilievo ed elaborazione di immagine digitale4
Venfotogrammetria digitale per rilievo close range4
SabEsercitazioni (Orientamento e restituzione di modelli 3D)6
Venfotogrammetria digitale per rilievo close range4
VenEsercitazioni (Raddrizzamento e ortofoto)4
SabDroni6
VenLaser scanner8
SabAllineamenti6
Venrestituzioni grafiche 2d e 3d8
Sabmobile mapping6
Venworkshop sul campo - acquisizione dati8
SabElaborazione dati6
VenElaborazione dati8
Sabapplicazioni in ambito territoriale di fotogrammetria e laser scanner6
Sabprova di esame4

Programma

Fotografia per il rilievo: concetti base per la realizzazione di prese fotografiche ottimali per l'impostazione di un progetto fotogrammetrico.
Fotogrammetria digitale: dal progetto di presa all'orientamento delle immagini; appoggio topografico per la geo-referenziazione e per la validazione dei risultati; modelli di punti e modelli di superfici; texturing.
Come rendere una fotografia metricamente valida: raddrizzamento fotografico e ortoproiezione.
Laser scanner: principi di funzionamento e ambiti applicativi dei sistemi a triangolazione e distanziometrici; workflow di lavoro: dalla progettazione del rilievo alle elaborazioni grafiche; tecniche di allineamento e referenziazione dei dati; elaborazioni grafiche 2D e 3D. 
Droni per il rilevamento: Tipologie e caratteristiche, cenni alla normativa ENAC, sensori: camere, termocamere, lidar; progettazione del piano di volo; condizioni ambientali ottimali.
Mobile mapping: veicoli e sensori; georeferenziazione diretta; applicazioni al settore stradale, al rilievo di infrastrutture, reti, servizi.
Illustrazione di casi studio in ambito territoriale e architettonico rilevati con fotogrammetria digitale e sistemi a scansione.

Docenti

Il corpo docente sarà costituito da docenti universitari provenienti da vari atenei italiani, che saranno coadiuvati nelle attività di esercitazione pratica da tutor e collaboratori didattici di alta specializzazione nel campo della geomatica. Il coordinamento didattico della Scuola di Geomatica sarà affidato alla prof.ssa Grazia Tucci , docente di Topografia presso il Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale dell’Università di Firenze.

Vittuari
Professore associato di Geomatica, settore scientifico disciplinare ICAR/06 “Topografia e Cartografia”, afferisce al Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica, Ambientale e dei Materiali , dell’Università di Bologna. E’ Titolare del corso Topografia T (12 CFU per il CdS Ingegneria Civile) e docente di un modulo del corso Applied Geomatics per il Corso di Laurea Magistrale Internazionale in Civil Engineering. E’ esperto di metodi di rilevamento terrestri, satellitari e fotogrammetrici di alta precisione per il monitoraggio dei movimenti del suolo e delle strutture. E’ autore o coautore di 182 pubblicazioni inerenti il settore di appartenenza.

Luca Tavasci
Attualmente iscritto al dottorato in ingegneria Civile, Ambientale e dei Materiali del dipartimento DICAM, Scuola di Ingegneria ed Architettura dell’università di Bologna. L’attività di ricerca comprende l’analisi ed il processamento di dati GNSS con tecnica PPP, l’analisi di sistemi di riferimento sia globali che regionali e l’analisi di serie temporali. Ha condotto divere esperienze e test sulle moderne tecniche di posizionamento satellitare GNSS.

Luca Poluzzi
Nel marzo 2013 ho conseguito la laurea magistrale in Ingegneria Civile presso la Scuola di Ingegneria e Architettura dell'Università di Bologna. Sono attualmente in conclusione del terzo anno del dottorato di ricerca in Ingegneria Civile e Ambientale (XXVIII ciclo) presso la Scuola di Ingegneria e Architettura dell'Università di Bologna. Gli ambiti di ricerca del mio dottorato includono: il monitoraggio di strutture e del territorio mediante l'utilizzo della tecnologia GNSS l'analisi delle serie temporali GNSS (criteri di rigetto outliers, risoluzione discontinuità, analisi del trend e del segnale) la creazione di filtri sequenziali per il miglioramento della precisione delle serie cinematiche GNSS la creazione di procedure automatiche per l'elaborazione e l'analisi dei dati GNSS con diversi approcci di calcolo (differenziato e PPP).

Stefano Gandolfi
Professore Associato nel settore scientifico disciplinare ICAR/06 “Topografia e Cartografia” dal 2006 presso il DICAM - Scuola di Ingegneria ed Architettura dell'Università di Bologna. E' attualmente titolare degli insegnamenti di Topografia e di "Laboratorio trattamento dati per l'ingegneria Ambientale" nel Corso di Laurea in Ingegneria per l'Ambiente ed il Territorio, e "Controllo e Collaudo delle strutture e del Territorio" nella Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Civile. E' Coordinatore del Consiglio di Corso di Studio in Ingegneria per l'Ambiente e Territorio dell'Università di Bologna E' presidente del Comitato Scientifico di ASITA e membro del Comitato Scientifico SIFET.  E' membro dell'Editorial Board della rivista Applied Geomatics (Springer). E' autore e coautore di più di 120 contributi già pubblicati su riviste nazionali ed internazionali o atti di convegno del settore

Maria Alessandra Tini
Laureata in Ingegneria Civile, ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Scienze geodetiche e topografiche presso l’Università di Bologna. Dal 2001 assunta come tecnico presso il laboratorio di geomatica del DICAM della medesima università, svolge attività didattica, professionale e di ricerca occupandosi in particolare di reti topografiche altimetriche e tridimensionali di alta precisione e del rilievo e restituzione 3D nel settore dei Beni Architettonici e Culturali.

Grazia Tucci
E' professore associato di Topografia e Cartografia presso l’Università di Firenze. Si occupa prevalentemente di geomatica per la documentazione e la salvaguardia dei Beni Culturali. Ha fondato e dirige il laboratorio GeCo (Geomatica per l'ambiente e la conservazione dei beni culturali. Ha condotto campagne di rilievo di beni architettonici e archeologici, tra cui il rilievo del Santo Sepolcro di Gerusalemme, della Basilica dell’Umiltà di Pistoia, del Battistero di San Giovanni a Firenze. E’ direttrice del Corso di Perfezionamento in Geomatica per la Conservazione.

Valentina Bonora
E' ricercatore di Topografia e Cartografia presso l'Università di Firenze, dove svolge attività rivolte allo studio e sperimentazione di soluzioni innovative per la documentazione metrica ed il monitoraggio dei Beni Culturali e del Territorio. Ha partecipato a numerose campagne di rilievo architettonico e archeologico in Italia ed all’estero. E' docente in numerosi corsi di perfezionamento professionale.

Alessandro Conti
Lavora come architetto libero professionista. Si occupa da sempre di rilievo e di restauro dei monumenti con particolare riferimento al restauro dell’Architettura Moderna. Dal 2010 collabora con il Laboratorio di Geomatica per l’Ambiente e la Conservazione dei Beni Culturali dell’Università di Firenze. In collaborazione con il Laboratorio ha partecipato a progetti di ricerca e campagne di rilievo sia di ambito nazionale che internazionale. E' docente presso il Corso di perfezionamento in Geomatica per la conservazione.

Lidia Fiorini
Lidia Fiorini Architetto libero professionista. Dal 2010 collabora con il Laboratorio di Geomatica per l’ambiente e la conservazione dei beni culturali dell’Università di Firenze dove è stata assegnista di ricerca. Con il Laboratorio ha partecipato a progetti di ricerca e campagne di rilievo sia di ambito nazionale che internazionale. E' docente incaricato per il corso di Geomatica per la Conservazione al corso di laurea magistrale in Architettura e presso il Corso di perfezionamento in Geomatica per la conservazione.

Visualizza il programma dei corsi